Il leggendario Nüshu – La scrittura creata dalle donne per le donne

19,90

Codice ISBN: 9788893541589

Autore: Zhao Liming

Traduttore: Giulia Falcini

Titolo:  IL LEGGENDARIO NUSHU

Sottotitolo: La scrittura creata dalla donne per le donne

Anno di Edizione: 2021

Numero di pagine: 254

Genere: SAGGIO – ILLUSTRATO

Descrizione

IL LIBRO

L’opera analizza i luoghi e la storia dei villaggi culla della tradizione del Nüshu, che sono fondamentali
nello sviluppo di questa lingua. Viene dato ampio spazio alla gura della “nobildonna”, intesa come ragazza ligia ai precetti confuciani e aderente alla ‘cultura’ Nüshu che non doveva rappresentare un affrronto alla società maschile, quanto un mondo parallelo in cui le donne potevano trovare conforto.
L’autrice ci parla anche degli oggetti tipici di questa cultura, delle tradizioni e delle festività.
Un’opera straordinaria il cui valore è esaltato dai tantissimi brani riportati in lingua originale e nella
traduzione in italiano, accompagnati dall’elenco di tutti i caratteri Nüshu e dei loro signicati. Un saggio notevole e aascinante che avvicina il lettore alla cultura del Nüshu rendendola tangibile.

L’AUTRICE

Zhao Liming nasce nel 1948 a Yantai (Shandong, Cina). Dopo aver ottenuto un dottorato in storia nel 1988, diventa insegnante nella prestigiosa Università Tsinghua di Pechino, dove diviene direttrice della sezione di insegnamento e ricerca linguistica del Dipartimento di cinese. I suoi campi di ricerca riguardano la storia cinese, la lologia, l’antropologia, l’etnologia, la linguistica (inclusa la dialettica e la sociolinguistica) e gli studi di genere.
Zhao Liming è la più grande studiosa della cultura Nüshu: a partire dagli anni ’90 ha condotto ricerche sul campo e ha pubblicato numerosi articoli e libri sull’argomento. Nel 2005, ha guidato un gruppo di ricerca che si è occupato della raccolta, della traduzione e della codicazione di tutti i testi originali in Nüshu. Da sempre si occupa dello studio e della tutela delle lingue e delle culture in via di estinzione, tra cui anche quella dongba, l’unica scrittura pittograca ancora esistente.