Giuseppe D'Imperio
31 Ottobre 2020 By Redazione online 0

In libreria “Nati per essere felici”

0
(0)

“… ma evadere dalla Gabbia è possibile?

Sì, se si matura la consapevolezza della sua esistenza”.

Dov’è la Gabbia, Adesso che tutto sembra confinato dentro l’illogica dinamica di una relazione conflittuale con il nemico inedito e imprevisto?

Non si tratta solo di un confronto con il Covid-19, anche se all’inizio questa entità, minuscola e fortemente ingombrante, è incombente e totalizzante.

Il tempo che stiamo vivendo Adesso, con tutte le sue complessità e contraddizioni, diventa il luogo di una conversazione con il Virus, che celebra la volontà di dare un senso a una stagione che altrimenti potrebbe essere ricordata solo come una “Pandemia”.

Si va oltre, con l’intento consapevole di ricondurre l’ordito del racconto sulle trame di un bisogno profondo e universale: che va intimamente riconosciuto. Quello di essere felici, Adesso, rovesciando la logica del bene e del male, in una danza di apparenti armonie musicali dove la banalità di un frigorifero diventa lo spazio per celebrare la Liturgia di una inaspettata conclusione.

How useful was this post?

Clicca sulle stelle per valutare

Average rating 0 / 5. Conteggio voti: 0

Non ci sono voti per questo post